L’enogastronomia è l’asso nella manica per il Turismo in Italia

0708-annia-uva-021Ampia eco ha avuto nel Web la pubblicazione nel sito ufficiale della Coldiretti di un articolo che nel cuore dell’estate intende richiamare all’attenzione la forza dell’Enogastronomia per il Turismo in Italia.
Secondo Coldiretti, infatti, la ricchezza del patrimonio eno-gastronomico italiano risulta essere strategica per l’offerta turistica in Italia grazie all’eccellenza raggiunta da numerosi vini italiani, dalla produzione biologica, specialità tradizionali e prodotti DOP (Denominazione di Origine Protetta).

Secondo Coldiretti il turista che sceglie l’Italia può contare su:

  • circa 160 prodotti a denominazione di origine (DOP/IGP),
  • quasi 500 Vini a Denominazione (DOC/DOCG/IGT),
  • oltre 4000 prodotti tradizionali che vengono proposti da Città del Vino, Città dell’Olio, del Biologico o del Pane che si possono trovare in tutto il Territorio nazionale.

Quindi non solo qualità nel prodotto, ma anche organizzazione nell’offerta.
Si stima che il cosiddetto “shopping del Gusto” pesi sulla scelta della destinazione per circa i 2/3 dei turisti (dati dell’Osservatorio Internazionale del Turismo Enogastronomico). Queste indicazioni valgono sia per il Turista italiano che per quello Internazionale, nel senso che il “piacere per la degustazione delle tipicità” offerte in Italia è parte integrante della nostra Cultura.
Coldiretti traccia anche una vera e propria mappa regionale dell’enogastronomia dalla quale si evince la diffusione in tutto il Territorio Nazionale:

  • Piemonte – grande scelta per vini Doc/Docg, località legate ad uno specifico prodotto, maggior numero di Città del Vino e del Pane
  • Toscana – primato dei prodotti tradizionali censiti, Città dell’Olio, acquisto diretto dagli agricoltori di vino, olio, ortofrutta e formaggi
  • Emilia Romagna – ben 25 riconoscimenti europei per prodotti a denominazione di origine (Dop/Igp, es: Prosciutto di Parma e il Parmigiano Reggiano)
  • Veneto – primato dei percorsi enogastronomici, come Strade dei Vini, dei Sapori, del Gusto, che mettono in rilievo l’elevata qualità della produzione enologica, soprattutto sotto il profilo del rapporto qualità/prezzo
  • Puglia – altro esempio di offerte di percorsi enogastronomici tipici, questa volta basati sull’olio di oliva.

Altro elemento che contribuisce al successo dell’offerta del turismo enogastronomico è il paesaggio italiano, mai scontato e sempre intriso di cultura, storia e tipicità da apprezzare.
Per Coldiretti lo sviluppo dell’enogastronomia locale deve passare per una diversificazione del “Prodotto Italia“: ben vengano le numerose Città d’Arte o le famose spiagge, ma anche la valorizzazione dei Piccoli Comuni che garantiscono tutte queste tipicità enogastronomiche che all’Estero ci invidiano.

by ZDS-News

Fonte:
http://www.coldiretti.it

0708-annia-uva-021

0708-annia-uva-031

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: