Nane Cristo: costruttore di stampi per la Caccia. Venerdì 11 novembre 2011.

Associazione Naturalistica SandonateseCittà di San Donà di Piave, Assessorato alla Cultura
(Centro Culturale “L. Da Vinci”, Piazza Indipendenza, San Donà di Piave, ingresso libero)

VENERDI’ 11 NOVEMBRE, Ore 20,45
NANE CRISTO: COSTRUTTORE DI STAMPI PER LA CACCIA
Relatori: Luciano Simoncin, Michele Zanetti

Nane Cristo, al secolo Giovanni Simoncin è nato a Torcello nella prima metà del secolo
scorso.

Ora vanta 92 anni d’età, portati egregiamente e con mente lucida.

Quando si mette a parlare delle vicende della sua vita Giovanni è incontenibile, ma quando imita il richiamo degli uccelli di laguna c’è da rimanere stupiti.

NANE CRISTO  COSTRUTTORE DI STAMPI PER LA CACCIALo conobbi nella seconda metà degli anni Ottanta, mentre stavo lavorando alla guida alla
Laguna nord.

Alcuni colleghi mi condussero nel suo laboratorio artigiano a Trepalade (Quarto d’Altino) e fu in quell’occasione che ebbi modo di scoprire l’originale forma di artigianato artistico di Giovanni, il suo mondo, la sua ciarliera giovialità, il suo orgoglio di “costruttore di stampi (zimbelli) per la caccia”: un mestiere raro e per certi versi improbabile.

Un mestiere che gli ha consentito di conoscere tutti i “Signori” titolari delle valli veneziane, ma anche i loro illustri ospiti.

Tra questi un “omone barbuto con una macchina lunga da qui a la” (sono sue parole) che poi era Ernest Hemingway.

Accadde allora che, quando un paio di anni fa l’assessore Maurizio Donadelli del comune di Quarto d’Altino mi propose di collaborare ad un video che celebrasse “le gesta” e la singolare attività di Giovanni, accettai con entusiasmo.

Uomini come lui sono “pezzi unici” nel panorama spesso grigio della nostra società e se c’era qualcuno che esprimesse un legame con la tradizione e l’identità storica della gente di laguna, questi era lui.

Grazie all’abilità professionale dell’antropologa Jolanda Da Deppo e dell’operatore Michele Trentin è nato così un documento singolare: un video che verrà proiettato nel corso di questa serata celebrativa.

Una serata speciale, che per una volta non parla di ambienti straordinari, di paesaggi naturali, di fiori o di animali selvatici, ma semplicemente di un uomo, che inconsapevolmente forse ha vissuto una lunga esistenza intrecciata strettamente con l’ambiente lagunare.

Sarà con noi il figlio di Giovanni, Luciano Simoncin, che ne perpetua la tradizione professionale e che ci introdurrà brevemente al suo antico e singolare mestiere artigiano.

Ancora una volta: UNA SERATA SPECIALE, DA NON PERDERE

www.associazionenaturalistica.it

Fonte: comunicato stampa ANS

ambiente lagunare

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: