Riceviamo e volentieri diffondiamo… Ancora discussioni sull’Evoluzionismo?

logo Associazione Naturalistica Sandonatese

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il contributo di Michele Zanetti su una quaestio che si riteneva non più vexata, ma probabilmente ci sbagliavamo.

In occasione del bicentenario dalla nascita di Charles Darwin e dei 150 anni dalla pubblicazione della pubblicazione de “L’ORIGINE DELLE SPECIE” ci sono state delle “reazioni” scomposte che ci devono far riflettere sull’attenzione che dobbiamo fare circa il mondo che ci circonda: basta deleghe in bianco, ma verifica dell’operato di chi dovrebbe essere al nostro servizio!.

COMUNICATO STAMPA DEL 06.12.2009

Oggetto: POLITICA, CULTURA E AMBIENTE OGGI IN ITALIA

COSI’ SCRIVE MARGHERITA HACK, “LA GRANDE MARGHERITA”, A PROPOSITO DELLA MESSA IN DISCUSSIONE (ANCORA UNA VOLTA) DELLA TEORIA DARWINIANA DELL’EVOLUZIONE:

“A quando un convegno per dimostrare che il Sole e tutto il firmamento orbita attorno alla Terra, centro dell’universo? Mi auguro che il CNR lo organizzi al più presto per completare l’opera di rinnovamento iniziata alla chetichella lo scorso febbraio sul tema ‘Evoluzionismo. Il tramonto di un’ipotesi’.

Continua a leggere

[Comunicato Stampa] Associazione Naturalistica Sandonatese prende posizione circa Valle Vecchia

Bellezze al bagno in Vallevecchia a Caorle

Bellezze al bagno in Vallevecchia a Caorle

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

COMUNICATO STAMPA DEL 03.07.2009

Oggetto: sabotaggio criminale a Valle Vecchia

Dice un vecchio adagio fatalista che “La madre degli imbecilli è sempre incinta”. Verissimo, ieri come oggi, perché anche in questa società di analfabeti di ritorno, di veline e di calciatori milionari, di evasori fiscali e di mestatori, gli imbecilli sono sempre sulla breccia a farla da protagonisti.

Caorle vista da Vallevecchia

Caorle vista da Vallevecchia

Ma si potrebbe citare anche un altro adagio, se possibile anche più attinente: “Tanto tuonò che piovve”. Sarebbe a dire che tanto s’è parlato, a sproposito, della necessità di riallagare Valle Vecchia con acqua salata, adducendo ragioni grottesche, del tipo che “I cittadini di Caorle avrebbero così potuto riappropriarsi del loro territorio e della loro storia”, che alla fine qualcuno ha voluto “dare una mano” agli eroi della finta e multimilionaria rinaturalizzazione.

Planata in Vallevecchia

Planata in Vallevecchia

Lascia uno sconforto e un’amarezza profondi ciò che è successo a Valle Vecchia, con la manomissione delle paratie e il conseguente svuotamento di un intero bacino d’acqua dolce in piena stagione riproduttiva. Non solo, ma ciò che è più grave, con l’immissione di acque salate nei fossi e nelle scoline della campagna. E suscita rabbia e interrogativi, anche se le risposte sono chiare.

Continua a leggere